Il diritto di contare

Un film che non conoscevo, una storia che nessuno ci ha mai raccontato, La storia di tre scienziate afroamericane, Katherine Johnson, Dortohy Vaughan e Mary Jackson, che lavorarono alla NASA agli inizi degli anni 60 collaborando all’operazione spaziale degli Stati Uniti. L’apporto di queste tre donne afroamericane è stato fondamentale, eppure il racconto della NASA è sempre stato altro, schiera di computer IBM, Huston abbiamo un problema, ma i calcoli che consentirono l’invio dei razzi, la traiettoria intorno alla terra e il rientro furono fatti a mano e con la calcolatrici. Dopo la vista del film mi sono chiesta se sul pianeta esistono ancora persone che sanno maneggiare ‘a mano’ la matematica, mi chiedo se abbiamo ancora menti così brillanti, eccezionali, positive.

http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/diritto-contare-vera-storia-dietro-film-1764546.html

Rapporto 2016-2017 di Amnesty International

Chi starà dalla parte dei diritti umani?

In occasione del lancio del Rapporto 2016-2017, Amnesty International ha chiesto alle persone di ogni parte del mondo di resistere ai cinici tentativi di rimettere in discussione diritti umani consolidati da lungo tempo in cambio della vaga promessa di prosperità e sicurezza.
Nel 2017 la solidarietà globale e la mobilitazione dell’opinione pubblica saranno particolarmente importanti per difendere coloro che sfidano i poteri e difendono i diritti umani, spesso considerati dai governi una minaccia allo sviluppo economico, alla sicurezza o ad altre priorità.

Il Rapporto 2016-2017 di Amnesty International denuncia uccisioni di difensori dei diritti umani in 22 paesi: ………..

…………………….Nonostante queste sfide, l’indifferenza internazionale verso i crimini di guerra è diventata la norma; dal canto suo, il Consiglio di sicurezza rimane paralizzato dalle rivalità tra i suoi stati membri permanenti.

All’inizio del 2017, molte delle principali potenze stanno perseguendo interessi nazionali più limitati a danno della cooperazione internazionale. Questo atteggiamento rischia di condurci verso un mondo più caotico e pericoloso“, ha rilevato Shetty. “Un nuovo ordine mondiale in cui i diritti umani sono dipinti come un ostacolo agli interessi nazionali rende pericolosamente bassa la capacità di reagire ad atrocità di massa e lascia aperta la porta a violenze che ricordano i periodi più oscuri della storia umana“, ha aggiunto Shetty…………………..

Leggi tutto

Italia e Politica

Pubblicato da Marziana il 29 marzo 2013

Italia e politica, è davvero un titolo banale, ma non è venuto niente di meglio.
Tento una definizione di cosa è oggi la politica in Italia.
Retorica, demagogia, populismo. La politica è anche questo ma non puo’ essere solo questo; purtroppo oggi la politica in  Italia è solo questo.
Molte chiacchiere, tante opinioni, nessuna azione. Leggi tutto “Italia e Politica”

Il bunga bunga della vergogna

Pubblicato da Elisabetta il 21 gennaio 2011

In questo blog più volte si è parlato della donna e della sua importanza nella società ad ogni livello e per ogni ruolo. E per questo non si può tralasciare di fissare sul web ancora una volta l’amarezza per la situazione di questi giorni. Leggi tutto “Il bunga bunga della vergogna”

La voce del dissenso

Pubblicato da Guglielmina il 3 febbraio 2011

Riporto in basso alcune riunioni e manifestazioni di piazza programmate a breve, contro l’imperversare di una politica dimentica e sprezzante del principio per cui è nata: il bene comune, proiettata solo verso interessi /piaceri personali gestiti in modo vergognoso. Leggi tutto “La voce del dissenso”

Se non ora quando – UN SILENZIO ASSORDANTE

Pubblicato da Marziana l’11 febbraio 2011

Ho inviato per mail ad un nutrito gruppo di donne, molte delle quali sono amiche o conoscenti assai vicine, la locandina  relativa alla manifestazione del 13 febbraio 2011 alle 15.00  a Brescia. L’ intenzione era solo quella di condividere l’informazione, niente di più e niente di meno,  dato che io andrò alla manifestazione che si terrà a Cremona dove ormai abito.
La manifestazione si terrà stessa data stessa ora anche a Cremona. Leggi tutto “Se non ora quando – UN SILENZIO ASSORDANTE”

Chi può permettersi di avere un bambino?

Pubblicato da Elisabetta il 1 marzo 2010

Alcuni giorni fa ho sentinto un’intervista al telegiornale. Una manager, che dopo dieci anni di lavoro a capo di un team di persone presso la propria ditta (red bull), si è concessa di avere un bambino. Al rientro è stata demansionata per poi essere costretta a dare le dimissioni.
Mi ricorda i racconti di mia madre, quando negli anni 60, le donne erano invitate a licenziarsi dopo essersi sposate. Leggi tutto “Chi può permettersi di avere un bambino?”

Condizione femminile

Pubblicato da Guglielmina il 3 marzo 2010

Gli anni 70 con la legge/referendum sul divorzio, la riforma del diritto di famiglia e la legge sull’aborto sono stati decisivi per la nostra società. Da allora il modo di pensare e vivere degli italiani è iniziato a cambiare.
Le donne in particolare, grazie a queste norme ed alla diffusione della scolarizzazione, hanno ottenuto nuovi strumenti di emancipazione. Leggi tutto “Condizione femminile”

Pillola Ru486, giù le mani dal corpo delle donne

Pubblicato da Marziana il 4 aprile 2010

Il mio è un invito al genere femminile, trasversale e apartitico.
Mi colpiesce sempre, ogni volta che si parla di aborto, di pillola abortiva come la Ru486 sono sempre uomini a parlarne, gli uomini della politica, gli uomini della chiesa,  è inaccettabile. Leggi tutto “Pillola Ru486, giù le mani dal corpo delle donne”