Sterilizzazione animali domestici e da compagnia

La sterilizzazione degli animali domestici, quali cani e gatti, è una pratica talmente ‘normale’ e accettata che una nota marca di cibo per animali nella pubblicità inserisce : “per il vostro gatto sterilizzato” ad oggi non ho sentito alcuno alzare la voce contro di essa, potrebbe essermi sfuggito, ma ad oggi nulla ho letto o sentito a tal proposito.

Ho sentito alzarsi molte voci contrarie agli allevamenti intensivi di animali da pelliccia, quali volpi e visoni, agli allevamenti intensivi di animali destinati alla alimentazione umana, quali bovini, suini, polli e tacchini etc.

Ho sentito levarsi voci contro la sperimentazione su animali di farmaci e cosmetici . Molte voci si sono levate per normare l’abbandono e il maltrattamento degli animali domestici, ma nulla che mettesse in discussione questa barbarie, la sterilizzazione di animali domestici è una barbarie perpetrata verso gli animali, non meno di quanto sopra elencato.

Gli animali da compagnia sono un business formidabile!

Ieri in facebook mi sono imbattuta in questa raccolta di firme: FIRMA: Basta traffico di carne di cane!

ho lasciato questo commento:

“Noi uccidiamo per cibarci bovini, cavalli, asini, maiali, conigli, galline tacchini, tutti animali da allevamento, poi uccidiamo per cibarsi e anche per divertimento, la caccia è una attività ludica, la selvaggina tutta. Alleviamo pesci che uccidiamo per cibarsi, pratichiamo la pesca sempre per alimentarci, in Cina mangiano i cani e i gatti , forse non mangiano altri animali che da noi si mangiano, non vedo la differenza, se vogliamo davvero porci il problema lo dobbiamo fare a livello generale, ovvero per tutti gli animali , ma anche i pesci. In occidente cani e gatti li sterilizziamo, una vera barbarie, eppure è una prassi normalmente praticata e verso la quale nessuno ha alzato una voce o ha raccolto firme, chi siamo noi per dire ai cinesi cosa devono mangiare, i musulmani non mangiano carne di maiale che noi mangiamo tranquillamente, per gli induisti le vacche sono sacre e non se ne cibano, per gli australiani è orribile mangiare i conigli, sono come per noi i gatti, etc. , forse dovremmo avviare una riflessione.”

Forse dovremmo davvero avviare una seria riflessione, piuttosto che criticare le abitudini alimentari altrui, che a noi paiono sbagliate, dovremmo partire dalle nostre abitudini alimentari! Certamente è più facile puntare il dito verso gli altri che verso se stessi.

E’ interessante notare che al momento in cui scrivo, sotto al mio commento per la raccolta di firme, non è stata posta alcuna emoticons, nessun commento!

12-07-2021

Presa-Diretta—Sars-CoV-2-identikit-di-un-killer – Presa-Diretta—Sars-CoV-2-anatomia di un complotto

Link alle due inchieste di Presa diretta, molto più convincenti delle recenti , tardive e politiche dichiarazioni di Biden.

Puntata di settembre 2020

https://www.raiplay.it/video/2020/09/Presa-Diretta—Sars-CoV-2-identikit-di-un-killer-466d5ae5-4f7c-4357-b124-aba6bb0d2c82.html

Punta di marzo 2021

https://www.raiplay.it/video/2021/03/Presa-diretta—Sars-Cov-2-anatomia-di-un-complotto-ceb9b6f7-9844-44a9-bcf4-a56b3b41a706.html

Un articolo tra i molti

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/26/covid-biden-entro-90-giorni-lintelligence-usa-produca-dossier-su-origini-del-virus-e-con-domande-alla-cina/6211254/

Donne nell’arte

Al palazzo Reale di Milano è stata inaugurata il 2 marzo scorso la mostra : Le Signore dell’arte, link al sito, che rimarrà in calendario fino al 25 luglio 2021, e spero ardentemente di poterla andare a vedere dal vero, spero che il covid molli la presa sulle nostre vite.

Leggi tutto “Donne nell’arte”

Bias cognitivi e dintorni

La lezione di Anna Maria Testa, nella seconda parte del video della trasmissione di #Maestri del 12 marzo 2021 rai Tre, sui Bias cognitivi è forse la più interessante nella quale mi sono imbattuta fino ad oggi. Anna Maria Illustra chiaramente come e perchè si formano e si strutturano, non sono ineluttabili, si possono risolvere. Link al video

Accenna ancora ai Bias e alle Euristriche in questo interessante articolo sull’Internazionale del marzo 2020. Link all’articolo

Quanto ci costano le server-farm

Da anni faccio presente a tutti, amici, parenti e conoscenti che i servers e tutta l’infrastruttura che sostiene internet costano, costano tantissimo in termini di consumi energetici, che dovremmo imparare ad usare meglio la straordinaria tecnologia a nostra disposizione.

Da anni il mio richiamo cade nel vuoto, una voce nel deserto.

Leggi tutto “Quanto ci costano le server-farm”

Sentenza finale per la frode su vaccini e autismo

Condannato Andrew Wakefield, il gastroenterologo che nel 1998 suggerì il legame tra il siero trivalente morbillo-parotite-rosolia e l’autismo nei bambini. Ma il falso allarme non ha smesso di far paura.

Link all’articolo di Oggiscienza

questo articolo è stato scritto nel 2010 ma continua a essere letto e condiviso da molti lettori. Precisiamo che rimane attuale nell’identificare nel gastroenterologo britannico Andrew Wakefield (radiato dall’albo dei medici per la sua condotta) il promotore dei movimenti anti-vaccini moderni.

Leggi tutto “Sentenza finale per la frode su vaccini e autismo”

London – libro fotografico di Gian Butturini

Pensare che un libro come “London” possa essere messo al macero è più che incomprensibile. Quando ne sono venuta a conoscenza sono rimasta a dir poco turbata. La fondazione GianButturini è riuscita a salvare il libro da questo scempio.

Ecco come, link al sito della fondazione dove ci possono trovare tutte le informazioni della vicenda. Link

Prima che le cose sfuggano di mano, come purtroppo spesso accade agli umani, è necessario aprire una serie riflessione; pensare che si sia trattato di un caso isolato è una illusione. Quando un libro viene destinato al macero l’umanità ha perso e lo spirito di Savonarola che non è mai morto, ha vinto!

App Immuni per il tracciamento dei casi nell’ambito della pandemia in corso di covid19

Quando a inizio giugno 2020 uscì la App Immuni, mi informai, mi documentai e la scaricai; fui probabilmente tra i/le prim* e lo feci in quanto ritenevo lo strumento valido e fondamentale per tenere sotto controllo la diffusione del contagio.Da allora politici, giornalisti, medici, filosofi e costituzionalisti hanno attaccato la App Immuni e ognuno lo ha fatto per le proprie ragioni, obiettivi e finalità; il risultato di questi fuochi incrociati è stato che in pochi l’ hanno scaricata, certamente un numero insufficiente per rendere lo strumento di una qualche utilità.A distanza di mesi, vorrei chiedere a ognuno di questi attori, se sparerebbe ancora a zero sulla App Immuni.

Leggi tutto “App Immuni per il tracciamento dei casi nell’ambito della pandemia in corso di covid19”